AJA Video

AJA FS-HDR cuore pulsante delle conversioni 4K/UHD HDR per le produzioni mobili di BetaMedia/DBW

BetaMedia, specializzata in produzioni, offre una serie di programmi televisivi per clienti, tra cui Endemol, Infront e OBS, tra gli altri, con crediti che comprendono "Il Grande Fratello", "Master Chef", la Coppa del mondo di sci alpino, le Olimpiadi e il campionato di serie A. La società ha recentemente unito le forze con DBW per sviluppare uno dei primi mezzi mobili 4K HDR in Italia, l'Esterna 14. Per unire i segnali in entrata e in uscita per le trasmissioni HDR 4K/UltraHD, HD HDR e HD SDR, BetaMedia ha investito in 24 convertitori AJA FS-HDR per la conversione HDR e WCG in tempo reale.

"L'FS-HDR è estremamente versatile e può servire la maggior parte delle funzioni di segnale di cui abbiamo bisogno, quindi è stata una scelta naturale per l'Esterna 14," ha condiviso Rosario Messina, Chief Engineer e Technical Designer presso BetaMedia. "Se ho un segnale in arrivo che non è ancora formattato per l'utilizzo nella pipeline, posso farlo convertire da FS-HDR in tempo reale, ed il problema è risolto."
Capace di produzione 4K/UltraHD e HD, il furgone OB si basa su una struttura FlexIP scalabile con dimensioni operative che possono contenere fino a 36 telecamere SONY 4K e 12 server EVS XT4K. Include anche la tecnologia SAM/Grass Valley per la commutazione di IP e video, nonché gli strumenti di Stage Tec e Clearcom per l'audio e le comunicazioni. Per le produzioni HDR, il furgone utilizza un profilo S-Log3 / 2SI / 2160p50. Gli AJA FS-HDR sono utilizzati per convertire i segnali da fonti esterne per un aspetto coerente attraverso la produzione e per convertire i segnali in uscita in modo che corrispondano a qualsiasi tipo di segnale richiesto da ogni emittente.

"FS-HDR è stata un'eccellente aggiunta all'Esterna 14. Possiamo facilmente inviare e ricevere sorgenti in ingresso da molto lontano con ingressi in rame e ottici che possono essere commutati tramite una matrice interna, oltre a standardizzare o uniformare nuovi spazi colore", Messina ha spiegato. "L'FS-HDR ci consente anche di gestire up e down conversion, frame rate, deinterlace o sync secondo le necessità. Un altro vantaggio è la possibilità di variare tra Livello A, Livello B, 2SI e altro, ed estrarre e inviare audio alla matrice audio in modalità MADI. "

Informazioni su FS-HDR
Un coltellino svizzero per i flussi di lavoro 4K/UltraHD/2K/HD HDR/SDR, l'FS-HDR consente in tempo reale la conversione da HDR a HDR, da HDR a SDR e da SDR a HDR e consente conversioni di camera log in tempo reale. Alimentato dal Colorfront Engine TM, l'ampio supporto di elaborazione HDR e WCG di FS-HDR facilita l'elaborazione in tempo reale di un singolo canale di 4K / UltraHD / 2K / HD o fino a quattro canali di 2K / HD contemporanei.

A proposito di AJA
Dal 1993, AJA Video è stato un produttore leader di tecnologie di interfaccia video, convertitori, soluzioni di registrazione video digitale e fotocamere professionali, portando prodotti di alta qualità ed economicamente vantaggiosi ai mercati di trasmissione, video e postproduzione professionali. I prodotti AJA sono progettati e assemblati presso le nostre strutture a Grass Valley, in California, e venduti attraverso un ampio canale di vendita di rivenditori e integratori di sistemi in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni, consultare il nostro sito Web all'indirizzo www.aja.com

 

Marco Setti, 26 Febbraio 2018

G-Technology

Scopri i segreti dei professionisti per l'archiviazione dati su set !

Spesso si è tentati di confrontare l'archiviazione basandosi solo sulla dimensione, sulla capacità e sulla velocità.

Ma c'è molto di più di quello. Per esempio, prendi il G | SPEED SHUTTLE XL da G-Technology.

Per la lettura/scrittura immediata dei dati (quando è necessario poter accedere/scrivere rapidamente al materiale, ma non è necessario eseguire più flussi di 4K non compressi ad esempio), è possibile scegliere unità più lente ed averne in grande numero. Al contrario, se hai bisogno di prestazioni massime solo per il materiale che stai lavorando, devi disporre delle unità più veloci che puoi permetterti.

Ma che dire della portabilità? Quando si aggiunge all'equazione, la scelta diventa più limitata e difficile. Soprattutto al giorno d'oggi è probabile che vogliate decine e decine di terabyte sul set. (Perché? Perché i flussi di lavoro RAW 4K e 8K comportano la creazione di file di grandi dimensioni).

Ora parliamo in termini di terabyte allo stesso modo in cui ci si riferiva a gigabyte solo pochi anni fa ! Questo significa un aumento di dati di migliaia di volte. Le velocità di trasmissione di 4K e 8K sono oggi sorprendenti e, mentre si può lavorare con i proxy in fase di pre-montaggio, non esiste alcuna alternativa per la cattura e la memorizzazione di file RAW. Compresso o meno, questi set di dati sono enormi e preziosi. È quindi immediatamente intuibile il motivo per cui questi dati debbano essere archiviati su storage specializzati.

Quando state lavorando su set, avete bisogno di velocità e capacità: servono ridondanza, robustezza e trasportabilità. Proprio per questi fini è stato progettato G|SPEED SHUTTLE XL.

È un'unità di storage RAID hardware con otto slot che può essere popolata con 80 terabyte di dischi Enterprise Level. La combinazione di dischi veloci, hardware RAID e Thunderbolt 3 consente di avere una velocità di trasferimento fino a 2.000 megabyte al secondo.

La bellezza del G|SPEED SHUTTLE XL è che tutto questo è trasportabile !

Dispone infatti di una maniglia integrale nella parte superiore. Anche se pesante, è facile da muovere.

E' inoltre realizzato con una serie di accorgimenti per renderlo robusto e duraturo, con connessioni incassate sul retro. Se questo non bastasse, G-Technology offre una garanzia di ben 5 anni sui suoi prodotti a conferma della fiducia che ha dei suoi porodotti !

Chiama lo 02-70602654 o invia una mail all'indirizzo info@videocine2000.it per avere maggiori informazioni.

Marco Setti, 14 Novembre 2017

vMix

vMix e multi-ingest fino a 4 camere su laptop

vMix è il software ideale per la produzione video live con capacità di mixing e switching dei segnali sorgenti e grazie alla sua capacità di sfruttare al meglio le capacità dell'hardware fornisce ottimi risultati nella realizzazione di eventi in streaming.

vMix software è la soluzione per la produzione live compatibile con windows 7 o superiore; include caratteristiche quali LIVE mixing, switching e streaming di sorgenti video SD, HD (fino a 1080p) e 4K incluso video camere, video file, DVD, immagini.

Gli input possono essere
- Video Camere 4K, HD e SD.
- NDI: Invia e ricevi video e audio a bassa latenza in alta qualità su reti locali tra il sistema vMix e qualsiasi sorgente NDI compatibile
- Video File - Supporto i più popolari formati incluso AVI, MP4, H264, MPEG-2, WMV e QuickTime
- DVD - con menu di navigazione
- Audio File - MP3 e WAV
- Dispositivi Audio - Mix sorgenti audio multiple come
- Video e Audio PlayList - Combina multiple video e/o file audio in un singolo input
- Web browser RTSP, PowerPoint, Photos, Flash, RTMP, Solid Colour

Videocine ha implementato con successo importanti realizzazioni in collaborazione con i maggiori System Integrators operanti in Italia sia per sistemi portatili che per postazioni fisse.

In particolare le postazioni portatili basate su computer laptop dotato di interfaccia thunderbolt, device di acquisizione multi-ingest AJA IO 4K in combinazione con il software vMix , consentono di realizzare sistemi estremamente flessibili in termini di utilizzo e trasportabilità unitamente alla possibilità di gestire fino a 4 camere in ingresso.

Per maggiori informazioni, Videocine 2000 rimane a disposizione.  

Marco Setti, 31 Marzo 2017

AJA Video

ALI WALKER’s AJA CION Films per Asprey

La rivista Film + Digital Times parla con il regista e artista britannico Ali Walker sulla sua esperienza AJA CION. Leggi l'intervista completa e guarda il suo incredibile lavoro !

Ali Walker è un regista britannico e artista. Oltre alla fotografia e all'arte tradizionale, ha lavorato in molti campi tra cui modellazione 3D, animazione, e molto altro. Clicca su www.asprey.com e troverai il suo lavoro in cima alla pagina, così come diversi film in bianco e nero girati con le camere AJA CION.

 

 

Sales , 13 Novembre 2015

AJA Video

#TryCION - Test shooting at the Sporting Kansas City vs. FC Dallas match

Test AJA CION | #TryCION
Test shooting nella partita Sporting Kansas City vs FC Dallas. Utilizzata su treppiede e Rig da spalla con uno Zacuto Z-Finder.

David Kaufman


Codec: Apple ProRes 422 HQ 2K
FPS: 60
Gamma: Normale
Correzione del colore: skintones
WB: 5600K
EI: 1000 (Canon 100-400mm f / 4.5-5.6)

La camera ha lottato con la quantità di luce disponibile nello stadio, che ha portato a una ripresa l'80% del tempo con EI (ISO) 1000. Quasi tutti i miei filmati era ancora molto sottoesposti. Ho usato una regolazione delle curve per aumentare i miei livelli e tirare su le ombre. Ho scoperto che il rumore introdotto è molto piacevole e sembra organico. Il risultato per una partita di calcio grintosa. Le ombre sono molto più facili da recuperare rispetto alle alte luci.
Lenti veloci sono un must! Lenti tipo Rokinon Cine DS sono un bel set  per un filmaker indy grazie all'adattatore Wooden Camera Canon EF per CION .

 

Sales, 29 Luglio 2015

G-Technology

Project AIR Workflow

Scopri come Vincent Laforet riesce a gestire la quantità colossale di dati nel suo spettacolare progetto Laforet Air ‪#‎GTechAIR‬ 

http://blog.vincentlaforet.com/…/05/26/project-air-workflow/

Sales, 28 Maggio 2015

G-Technology

Impara i segreti dei PRO !

"Gli incubi che ho sentito da colleghi che hanno altri prodotti, io non li ho avuti con G-Technology."

LA NECESSITA'
Vincent Laforet ha iniziato con la fotografia come molti della sua generazione: a 15 anni a scuola, riprese film, una fotocamera con una sola lente. Anche allora, Laforet sperimentava il 3D sul suo Commodore Amiga e stava diventando sufficientemente abile con Photoshop da insegnare ai suoi istruttori. Solo cinque anni dopo la laurea in Scienze presso la Northwestern, Laforet ha vinto il premio Pulitzer come membro dello staff del New York Times per i suoi scatti della vita in guerra in Afghanistan e Pakistan.

Laforet ha iniziato al Times come uno dei suoi primi fotografi digitali, facendo shooting con la DSLR 2-megapixel di Canon. Con il passaggio al digitale è entrato nel nuovo workflow. I tempi di lavorazione erano troppo lunghi per il cinema; la trasmissione a banda larga e la distribuzione direttamente dal campo erano molto più rapidi. La velocità di lavoro è aumentata.

"Quando ero a Torino durante le Olimpiadi del 2006, appena giravo, le immagini venivano trasformati in file JPEG a bassa risoluzione e trasmesse a New York", dice Laforet. "L'editor effettivamente fa le selezioni in base a questo. Prende le immagini ad alta risoluzione dal mio computer proprio mentre sto girando. Il mezzo digitale ha sempre spinto me e gli altri verso nuovi workflow".

Come possono i professionisti come Laforet mantenere il passo delle esigenze della fotografia real-time di oggi? Spesso, si tratta di apparecchiature in grado di tenere il passo con un workflow in continua evoluzione e accelerazione. Questo significa più funzionalità e prestazioni più elevate senza sacrificare l'affidabilità.

LA SOLUZIONE
Vincent Laforet ha una reputazione in tutto il mondo pro per essere qualcosa tipo un Supergeek Supereroe. Per sua stessa ammissione, ha "provato quasi ogni singola scheda wireless che si possa immaginare." Lo stesso vale per i portatili Mac e la sua lista dei dispositivi di storage che si legge come una voce nell'enciclopedia, passando dal floppy disk, a SyQuest, allo Zip, a nastro, a flash e a dischi rigidi.

"Bisogna sempre essere all'avanguardia con la tecnologia ma non lasciare che ti travolga", dice Laforet. "Lo storage dovrebbe aiutare a fare meglio il vostro lavoro che ultimamente è diventato secondario. Questo è uno degli obiettivi principali di tecnologia: un continuo workflow che funziona così bene che non dovete neanche concentrarvi. Funziona e basta. Perché se ti concentri troppo sulla tecnologia o sul workflow, non stai facendo il tuo lavoro, che è creare grandi immagini o fare film che hanno rilevanza e una sorta di legame emotivo con il pubblico."

La necessità di Laforet di aggiornare il suo arsenale tecnologico deriva in gran parte da cosa e come sta registrando. Ovviamente, il passaggio dalla fotografia al video ha richiesto grandi salti del bandwidth e della capacità di storage. Recentemente, Laforet ha deciso di fare riprese con telecamere RED, aumentando queste esigenze.  Le riprese Epic RED con HDRx producono un flusso di dati di 6 GB al minuto. Laforet osserva che non è raro per lui usare 100GB di spazio di archiviazione per un'ora di filmati.

Fino ad ora, lo storage scaling necessario per tenere il passo con i miglioramenti delle tecnologie video era abbastanza lineare. Aumentando la risoluzione, le esigenze di storage sono aumentate ad un ritmo commisurato. Più di recente, però, in particolare con l'adozione della risoluzione 5K e il frame rate fino a 120 fps, Laforet ha visto crescere i suoi problemi di storage in maniera esponenziale. Inoltre, i vecchi metodi di storage ora non sono più accettabili.

"Il mio workflow include sempre il backup di tutto con un G-RAID drive della G-Technology e una seconda unità G-RAID drive sul set. Quando partiamo per un lavoro commerciale, abbiamo due persone diverse su due voli diversi in caso si perda il bagaglio o qualcosa viene lasciato cadere dalla TSA. Avere un lavoro commerciale in un unico case con un mucchio di schede flash non è un rischio accettabile. Come potrei giustificare ad un cliente che ha appena perso 600.000 $ di scatti perché qualcuno ha lasciato cadere un case? o scopriamo che una scheda era difettata? Ecco perché controlliamo i file di dati man mano che procediamo sul set. Che si tratti di foto o video, Abbiamo persone che scaricano e controllano dalla prima cosa che facciamo per assicurarsi che non ci siano gremlins della fotocamera o della scheda ed i livelli siano OK. L'idea di memorizzare sulle schede e controllarle quando si torna indietro è quasi anacronistico con i vantaggi del digitale ".

Mentre è sul set, Laforet utilizza G-SPEED Q della G-Technology e drive esterni eSATA

Detto tutto ciò, Laforet ora ha circa 40TB di dati nel suo ufficio, e lui si è evoluto un sistema a più livelli per trasferire i file da online (storage RAID) a supporti offline (LTO tape). Tiene un backup LTO sulla West Coast e un altro sulla East Coast, solo per essere più cauti. Inoltre, quando Laforet ha bisogno di inviare i progetti ai clienti, usa il G-Drive ® mini della G-Technology - molti G-drive mini.

"Abbiamo davvero bisogno di un sistema di registrazione per tenere traccia di queste unità, perché altrimenti tendono a scomparire," dice, ridacchiando mestamente. "Non è raro per me averle di nuovo indietro dai clienti dopo sei mesi. Forse li tengono per uso personale? Sai, alcune domande non voglio farle."

RISULTATI
Con Vincent Laforet, non ci sono storie di orrore. Non ha mai avuto una grave perdita di dati. Non gli si è mai cancella una scheda con tutto il contenuto poiché ne ha almeno due unità. Non si permette di incorrere in situazioni di emergenza dati. Parte di questa strategia comporta l'uso di unità della G- Technology.

"Gli incubi che ho sentito di altre persone che hanno altri prodotti, io non li ho mai avuti con G-Technology," dice. "La prima cosa che dovete garantire è l'affidabilità. Devi volere solo unità che lavorano sempre. Questo è ciò che G-Technology è per me. Ho lavorato con tanti altri in passato ma ha avuto problemi con tutti loro .

"L'affidabilità e le prestazioni sono alla base della capacità tecnica di Laforet nello sviluppo e nell'innovazione nel mondo della videografica di oggi. Bulletproof, archiviazione illuminazione-veloce rimane para-mount in tutto quello che fa. Laforet ha già gli occhi puntati sui prossimi modelli della G- Technology, e lui è sicuro che quando il suo lavoro lo spingerà ancora più avanti, G-Technology saprà soddisfarlo.

 

Milena Nicoletti, 09 Novembre 2014